Homepage

Fumetti

Sport

Musica

Viaggi

Comics xxx

Hot Zone

 Letteratura

 

 

 

 

...musica...music...

La musica è senz'altro l'arte che più ci accompagna nel nostro affannarci quotidiano. Per alcuni forse pittura o scultura sono più nobili o espressive, ma la musica permea la nostra esistenza più di ogni altra arte. Al mattino ci riporta dal mondo dei sogni alla realtà più comprensivamente di un'asettica sveglia vecchio modello, riempiendo la camera da letto di note in libertà che ci convincono, con fatica certo, a lasciare le accoglienti coltri del nostro amato letto e a rituffarci nell'impaziente realtà quotidiana. Se andiamo al lavoro in auto ci accompagna in mezzo al caotico traffico cittadino, coprendo un po' i fastidiosi rumori della società moderna. E ci riaccoglie benevola la sera dopo una lunga e stressante giornata lavorativa, aiutandoci a riconciliarci con noi stessi. Segna tanti dei momenti importanti della nostra vita, tant'è che normalmente associamo ai nostri ricordi un brano o un genere musicale che ha fatto da colonna sonora ai più disparati accadimenti. Diventa occasione o momento di divertimento nelle serate in disco o al pub, o meglio ancora ai concerti quando diventiamo copratogonisti dell'evento musicale. Ascoltiamo musica quando studiamo, leggiamo e, in epoca di new economy, quando stiamo davanti al pc, intenti a navigare, a chattare o magari a scrivere queste quattro righe. Scendendo al personale e dovendo dire qual è il genere musicale e quali gli artisti che più ho amato ed amo, è inevitabile ritornare agli anni dell'adolescenza, il periodo che più più degli altri incide nella formazione dell'individuo e sottolinea normalmente i passi più spensierati, giocosi e divertimentosi. Essendo un 1964 è chiaro che gli anni '80 sono quelli che più hanno contribuito a formare i miei gusti musicali e a cui più sono rimasto legato. Il mio genere non poteva che essere la New Wave e pertanto i miei gruppi preferiti nascono e proliferano proprio in quegli anni.

 

Alcuni nomi? I soliti classici: U2, Simple Minds, Ultravox, Depeche Mode, Duran Duran, Spandau Ballet, Inxs, Midnight Oil, Clash, Madonna, Pat Benatar......di cui ho le discografie quasi complete. Poi cresci arrivano gli anni '90 e accanto a questi inizi ad ammirare e seguire Ligabue e Liftiba, di cui vai a sentire anche qualche concerto. E poi magari anche gruppi ai primi vagiti che senti in concerti poco affollati Alma Negretta, 99 Posse, Casinò Royale, Ustmamò, Carmen Consoli. Passi attraverso massicce dosi di musica trance e progressive, techno sparata e poi torni a cercare qualcosa di più rilassante e tranquillo e ti butti sulla musica etnica, celtica e sulla New Age. Ma non puoi nemmeno tralasciare di citare Queen (discografia completa), Beatles, Bruce Springsteen, Cranberries, Heroes del Silencio, Rem, Venditti, Baglioni e Jovanotti.

 

U2

Depeche Mode

Litfiba

Ligabue

The Corrs

Ultravox

Duran Duran

Simple Minds

New Order

 

ISCRIVITI A PHOTOCITY

(C) Fantacomix 2005 - 2010